Ricetta “Tramezzini con frittata e crema di formaggio”

0

Protagonista di questi tramezzini è una frittata che mantiene la morbidezza a lungo grazie agli ingredienti base come la panna di soia da cucina. Ottimi per una apericena all’aperto o un picnic.

Ingredienti per 4 tramezzini 

4 fette di pane a cassetta multicereale
qualche foglia di insalata a piacere

Per la frittata alle cipolle
1 cipolla
200 g panna di soia da cucina
100 g di latte di soia
40 g di amido di mais
20 g di farina di ceci
4 cucchiai di lievito alimentare in fiocchi
1 cucchiaino di curcuma
olio, sale, pepe

Per la crema di formaggio
200 g di yogurt di soia
50 g di panna di soia da cucina
20 g di amido di riso
1 pizzico di aglio in polvere
1 cucchiaio di succo di limone
2 cucchiai di olio
sale

Procedura

Preparate il formaggio: mescolate in un pentolino la panna e metà dello yogurt con l’amido e l’aglio e salate. Portate a sobbollire mescolando e cuocete per due minuti circa a fiamma bassa. Unite il resto dello yogurt e l’olio e mescolate con una frusta. Trasferite il composto in una ciotola e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigo per 1 ora almeno.

Tagliate la cipolla a fettine sottili e fatela appassire in padella con olio e sale.

Mettete in una ciotola la panna, la farina di ceci, l’amido, il lievito, la curcuma, salate e pepate, unite a filo il latte, mescolando bene con una frusta per non creare grumi, aggiungete 1 cucchiaio d’olio, mescolate ancora e lasciate riposare il composto per pochi minuti, quindi unite la cipolla e amalgamate.

Ungete d’olio una padella ben calda, versate sopra il composto e cuocete la frittata a fiamma moderata, coperta, 2 minuti circa per parte, e lasciatela intiepidire.

Spalmate le fette di pane col formaggio, distribuite sopra la frittata e l’insalata e accoppiatele, pressate leggermente e tagliate in diagonale per ottenere 4 tramezzini.

Nota: gli ingredienti base di questa frittata le permettono di rimanere morbida a lungo.

Share:

A proposito dell'Autore

Roberto Politi

Architetto e designer, attivista vegan, appassionato di cucina (@gustovegan) e autore di libri sul tema. Gustare il meglio senza mangiare la vita degli altri.

I commenti sono chiusi