Ricetta “Tempeh glassato al mandarino, carciofi arrosto ed olive appassite”

0

Tra le proteine vegetali il tempeh è l’alimento che preferisco. Ha uno spiccato umami già al naturale, merito della fermentazione, e si presta, con pochi accorgimenti, a ricette ben strutturate e dai sapori decisi.
In questa ricetta ho cercato di utilizzarlo in modo semplice e veloce, cercando di ottenere il meglio ma con pochi semplici passi. Volete ottenere di più? Marinatelo dal giorno prima in olio, salsa di soia, chiodi di garofano, bacche di ginepro e pepe. Provare per credere.

Ingredienti per 2 porzioni

1 confezione di tempeh (250 g)
2 carciofi
4 + 1 mandarini
4 cucchiai di salsa di soia
1 spicchio di aglio
qb olive nere appassite
qb olio evo

Procedura

Pulite e tagliate i carciofi in 4 spicchi. Cuoceteli a fiamma alta su una piastra, senza grassi, in modo da lasciarli croccanti al centro, ma con una buona doratura esterna.

Aromatizzate l’olio mettendo uno spicchio d’aglio in camicia, schiacciato, in padella con l’olio evo, a fiamma molto bassa. Lasciate che l’aglio rilasci la parte migliore del suo aroma lasciandolo un paio di minuti. Dopodiché eliminatelo. Non deve assolutamente soffriggere né brunirsi.

Tagliate il tempeh a cubetti e rosolatelo in padella in olio evo, su tutti i lati. Ottenuta una buona doratura, sfumate prima con il succo dei 4 mandarini (in questa fase aggiungete l’altro mandarino in spicchi) poi con la salsa si soia.
Deve formarsi una leggera glassatura.

Servite il tempeh con la sua salsa, gli spicchi di mandarino, i carciofi, e le olive nere appassite.

Nb
Le olive che ho usato sono una varietà siciliana. É una oliva nera, solitamente della varietà Nocellara del Belice, che viene fatta appassire utilizzando il sale. In questo modo, questo frutto polposo e ad un grado di maturazione basso, veniva conservato tutto l’anno (in siciliano, “passuluna”).
Vi consiglio l’utilizzo di una oliva simile, in modo da conferire il sapore sapido ed amaro che, insieme al carciofo, vada a contrastare il mandarino, ma anche a conferire una piccola sensazione lipidica e cremosa alla ricetta.

Matteo Russo
Progetto Vivere Vegan


testo e foto sono soggetti a copyright
Share:

A proposito dell'Autore

Matteo Russo

Cuoco plantbased.

I commenti sono chiusi