Ricetta “Sformato di porri e patate”

0

Uno sformato saporito in un guscio di brisè e una salsa “dolce forte” al malto d’orzo. L’amido e le patate garantiscono la giusta consistenza del ripieno.

4 porzioni

Per la pasta
100 g farina integrale
15 g di semi di sesamo
45 g acqua
2 cucchiai di olio
½ cucchiaino di bicarbonato
sale, pepe

Per il ripieno
2 porri medi
1 patata ( 200 g circa)
150 g di panna di soia da cucina
30 g di amido di mais
1 cucchiaino di curcuma
30 g di pistacchi tritati
la scorza di ½ limone
2 cucchiai di lievito alimentare in fiocchi
olio, sale pepe

Per la salsa
200 g di brodo
8 cucchiai di olio
4 cucchiai di shoyu
4 cucchiai di malto d’orzo
1 cucchiaio di farina

Setacciate la farina in una ciotola, aggiungete il sesamo, sale, pepe, bicarbonato, mescolate e fate la fontana. Versate dentro l’olio, e l’acqua, formate l’impasto, lavoratelo brevemente e lasciatelo riposare 30 minuti, avvolto in carta forno.

Pulite e tagliati i porri a pezzetti e lasciateli appassire in padella con olio e sale e 2 cucchiai d’acqua. Sbucciate e tagliate la patata a dadini e cuoceteli a vapore.

In una ciotola radunate quasi tutti i porri e la patata, aggiungete la panna, quasi tutti i pistacchi, l’amido, la curcuma, il lievito, 2 cucchiai d’olio, la scorza di limone grattugiata e un pizzico di pepe, amalgamate il tutto e aggiustate di sale.

Lavorate brevemente l’impasto, tirate la sfoglia col mattarello fino a uno spessore di 3 mm circa e rivestite una terrina da forno di circa 20 cm per 10. Versate all’interno il ripieno, ripiegate sopra la pasta coprendo solo il bordo esterno ( eventualmente tagliate un po’ di pasta), distribuite sopra i porri e i pistacchi avanzati e infornate per 30 minuti circa a 200°.

Sciogliete la farina in mezzo bicchiere di brodo freddo. In un pentolino scaldate il resto del brodo con l’olio, lo shoyu e il malto, e quando inizia a sobbollire versate a filo il brodo con la farina, mescolando con una frusta per 2 minuti circa, facendo addensare la salsa.

Tagliate lo sformato a fette e servitelo con la salsa calda.

Roberto Politi
Progetto Vivere Vegan

Ricetta e foto @ Veganlife
Share:

A proposito dell'Autore

Roberto Politi

Architetto e designer, attivista vegan, appassionato di cucina (@gustovegan) e autore di libri sul tema. Gustare il meglio senza mangiare la vita degli altri.

I commenti sono chiusi

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Vivere Vegan oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Informativa Estesa o Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Informativa Estesa o Cookies Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi