Ricetta “Kanten di uva in frolla”

0

Un dolce che faccia bene? È possibile preparando il kanten di frutta, una mousse gelificata grazie all’alga agar agar che stimola il metabolismo, la tiroide ed apporta iodio. Si può preparare con ogni tipo di frutta e qui è inserita in una frolla integrale e senza zucchero. Un dolce che piacerà a tutta la famiglia, per colazione o come dessert in una cena con amici magari con un po’ di gelato di banana al cacao. Vegan è la gioia di sperimentare dolci che sorprendano!

Ingredienti per 10/12 porzioni

900 g di uva moscato
200 g di farina integrale macinata fine
50 g di farina grano saraceno
60 g di acqua
60 g di olio girasole
40 g di malto di riso
1 cucchiaio di agar agar in polvere
1 cucchiaino di lievito cremortartato
1 cucchiaino di bicarbonato
un pizzico sale
buccia di limone

Procedura

Prepariamo la frolla unendo e setacciando in una ciotola le due farine, il lievito, il bicarbonato e la buccia di limone. In un’altra ciotola misceliamo l’acqua (non fredda), il malto, l’olio e il pizzico di sale. Sbattiamo bene con la frusta perché si amalgamino il più possibile e quindi versiamo nella ciotola delle farina. Incorporiamo bene con la spatola fino ad ottenere una composto morbido, asciutto con cui fare la palla. Avvolgerla con la pellicola e mettere in frigorifero per mezz’ora.

Nel frattempo facciamo il lavoro certosino di pulire i chicchi di uva dai semini, quindi mettiamoli in una ciotola alta e diamo una leggera frullata con il mixer ad immersione.

Accendiamo il forno. Prendiamo la palla di frolla e stendiamola sopra un foglio di carta da forno a mattarello nello spessore inferiore a 3 mm, trasferiamo nella teglia, diamo forma ai bordi, bucherelliamo con i rebbi della forchetta la base e mettiamo in  forno a 170° per 12-15 minuti. Sforniamo e mentre lasciamo raffreddare un po’, rovesciamo in una pentolina la nostra uva, aggiungiamo l’agar agar e mescoliamo bene portando a bollore. Spegniamo.

Lasciamo raffreddare il kanten 10 minuti, quindi versiamolo nella frolla e lascaimo riposare a temperatura ambiente per circa 10 minuti, poi mettiamo in frigorifero per circa un’ora.

L’agar agar, che a caldo si scioglie, a basse temperature gelifica e pertanto la nostra torta sarà servibile dopo il riposo in frigorifero (ma non sarà necessario conservarla in frigo).

 

Paola Lazzarini
Progetto Vivere Vegan

Ricetta e foto @Paola Lazzarini
Share:

A proposito dell'Autore

Paola Lazzarini

Attivista antispecista, appassionata di cucina vegan come espressione di sensibilizzazione e capacità di aggregazione. Formata alla Scuola Lumen come cuoco di cucina naturale.

I commenti sono chiusi