Ricetta “Raw ananas”

0

Questa volta, malgrado la stagione, vi propongo una ricetta per la quale non dovrete accendere il forno. É un dolce crudista, probabilmente non al 100% perché una piccola parte dell’ananas verrà portata ad ebollizione per poter attivare l’agar, ma possiamo accettare di scendere ad un piccolo compromesso.
Potrete usare lo stesso sistema e le stesse proporzioni se vorrete usare un altro frutto con una polpa acquosa.

Ingredienti

Per la base
150 g noci
85 g datteri idratati
3 cucchiai di olio di cocco
1 pizzico di sale
Lime e ginger qb

Per la crema
110 g ananas
200 g anacardi idratati
150 g sciroppo di agave, malto di riso o simili
140 g olio di cocco
Vaniglia qb

Per la gelatina
500 g ananas
4 g agar

Procedura

Per la base
Idratate i datteri per almeno 1 ora. Tagliateli a coltello in piccoli pezzi.
Nel blender, tritateli insieme alle noci. Aggiungete il sale, la scorza di lime ed il ginger grattugiati (di quest’ultimo eliminate la parte fibrosa). In ultimo aggiungete l’olio di cocco precedentemente sciolto a bagnomaria, evitando di scaldarlo con le lame.
Dovrete ottenere una consistenza omogenea e leggermente granulosa.
Mettete sul fondo della tortiera e schiacciate, come si fa per una cheesecake, e passate in frigorifero.

Per la crema
Frullate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea. Solo alla fine aggiungete l’olio di cocco e mescolate con una frusta.
Versate nella tortiera e lasciate in frigorifero affinché solidifichi.

Per la gelatina
Frullate l’ananas.
Prendetene circa 1/4. Mescolate bene, a freddo, l’agar. Portate ad ebollizione, sempre mescolando bene.
Aggiungete alla restante parte. Mescolate bene, in un altro recipiente.
Versate nella tortiera sopra la crema bianca e lasciate raffreddare in frigo affinché solidifichi.
É bene aspettare che la crema sia ben fredda e solidificata prima di procedere con questa gelatina.

Matteo Russo
Progetto Vivere Vegan


Testo e foto @ Matteo Russo
Share:

A proposito dell'Autore

Matteo Russo

Cuoco plantbased.

I commenti sono chiusi