Ricetta “Insalata verde in agrodolce”

0

Il mito che i vegani si nutrano esclusivamente di insalata è stato ampiamente smontato. In realtà la mangiamo, ma preparata e condita in modo molto più gustoso e saporito! Così nasce questa insalata in agrodolce, verde come la primavera che sta arrivando. Un concentrato di sapori e note acidule, che la rendono un ottimo e sostanzioso contorno a cui affiancare un piatto di cereali integrali.

Ingredienti per due porzioni:

16 cavolini di bruxelles
8 cicorini (interi sono solo foglie)
2 cucchiai aceto di riso
1 cucchiaio zucchero integrale
1 cucchiaio salsa di soia (o tamari)
1 cucchiaino amido di riso
mezzo cucchiaio tahina
1 cucchiaio acidulato di umeboshi
q.b. olio evo
q.b. pepe
q.b. semi di sesamo nero
q.b. menta essicata
q.b. petali di tagete essicati

Procedura

Mettiamo una pentola di acqua sul fuoco e portiamo ad ebollizione. Nel frattempo puliamo i cavolini, togliendo le foglie esterne macchiate. Quindi li capovolgiamo con il picciolo verso l’altro e con un coltello ben affilato li tagliamo in 3 o 4 fettine. Li tuffiamo nell’acqua giunta a bollore e leggermente salta e li lessiamo per pochi minuti (finchè la parte bianca centrale sarà morbida ma croccante). Li scoliamo con il rango e li mettiamo a raffreddare.

In una ciotolina uniamo lo zucchero all’aceto per farlo sciogliere. In una seconda ciotolina uniamo l’amido di riso con 2 o 3 cuccciai di acqua. Uniamo le due preparazioni, miscelandole bene.

Scaldiamo una padella medio grande, versiamo la nostra preparazione e non appena è calda adagiamo le fettine di cavolini. Lasciamole 1 minuto e poi con una pinza da cucina le giriamo dall’altro lato in modo da avvolgerle dalla preparazione che nel frattempo sarà diventata cremosa. Uniamo la salsa di soia e mezzo bicchiere di acqua. Abbassiamo il fuoco, copriamo e lasciamo cuocere 5 minuti quindi scopriamo e lasciamo cuocere ancora finchè il liquido si sarà asciugato.

Laviamo e puliamo la parte di radice dei cicorini, asciughiamoli e tagliamoli per il lato lungo, in 2 o 3 parti.

In un bicchiere uniamo la tahina e l’acidulato di umeboshi, con una forchetta mescoliamo bene finchè la tahina si sarà sciolta ed incorporata. Uniamo due cucchiai di olio e misceliamo ancora.

Adagiamoli nel piatto creando una sorta di corona circolare sul perimetro. Uniamo al centro i cavolini di bruxelles. Condiamo i cicorini con il dressing preparato e decoriamo con i semi di sesamo neri.

Decoriamo i cavolini con la menta essicata sbriciolata e i petali di tagete.

Paola Lazzarini
Progetto Vivere Vegan


testo e foto di Paola Lazzarini
Share:

A proposito dell'Autore

Paola Lazzarini

Attivista antispecista, appassionata di cucina vegan come espressione di sensibilizzazione e capacità di aggregazione. Formata alla Scuola Lumen come cuoco di cucina naturale.

I commenti sono chiusi