Made for the Animals 3.0 – Firenze dal 22 al 25 settembre 2022

0

MADE FOR THE ANIMALS 3.0

Mostra multimediale e incontri sul vivere vegan, per gli Animali e l’Ambiente.


Torna la mostra multimediale di Progetto Vivere Vegan: MADE FOR THE ANIMALS, nella versione 3.0, a Firenze dal 22 al 25 settembre 2022, presso il teatro L’Affratellamento. Una mostra multimediale/immersiva sullo sfruttamento degli Animali e della Natura e sulla possibilità di un cambiamento.

EVENTO FACEBOOK: CLICCA QUI

Saranno 4 giorni di approfondimento dedicati alla “questione animale”. Un viaggio intorno al cuore di milioni di esistenze calpestate, cui è negato l’anelito alla vita. Un viaggio intorno al cuore buio dell’umano, che tutto si permette nel dominare gli Animali e l’Ambiente. Ma anche un viaggio nei luoghi dove agli Animali viene restituita la dignità e la libertà, simbolo di un altro mondo davvero possibile.

“Made for the Animals” è una mostra suggestiva ed emozionale oltre che informativa, e affronta un tema sempre più attuale: quello del rispetto degli altri Animali e del Pianeta. Grandi immagini, installazioni video e testi, documentano le motivazioni della scelta vegan, idealmente attraverso due percorsi: uno “negativo”, che evidenzia le nostre azioni di sfruttamento nei confronti degli Animali e della Natura e uno “positivo”, che racconta -e propone- uno stile di vita rispettoso e non violento.

Su di un grande schermo appaiono in continuo le immagini delle opere di 30 artisti vegan (grafici, fotografi, pittori) provenienti da tutto il mondo.

“Made for the Animals” 3.0 accompagna i visitatori in queste tre fasi: guardare/ascoltare, riflettere, scegliere.

Nei quattro giorni, l’evento accoglierà persone del mondo della cultura in una serie di incontri che si terranno all’interno dello spazio espositivo, rendendo così noi stessi, fruitori e relatori, parte integrante dell’esposizione.

L’evento è realizzato con il contributo di Fondazione Cassa Risparmio Firenze e in contitolarietà con Cesvot.

Collaborano: Libraccio Firenze, Essere Animali, Art of Compassion, Ippoasi, RadioVeg.it


INGRESSO LIBERO

PROGRAMMA DEGLI APPUNTAMENTI

GIOVEDI 22 settembre 2022

ore 20 – Apertura e benvenuto di inaugurazione

ore 21 – Come e perché stiamo distruggendo il Mediterraneo e gli animali marini. Francesco Cortonesi incontra Sea Shepherd.

Tutti i mari del mondo soffrono di problemi ambientali, ma pochi si sono deteriorati velocemente e qualitativamente come il Mediterraneo. Negli ultimi anni infatti esso è diventato il fronte di una lotta per salvare o distruggere il mare. Il Mediterraneo si sta scaldando velocemente ed è letteralmente soffocato dalla plastica. Nel frattempo i pesci muoiono a milioni.

Francesco Cortonesi, del direttivo di Progetto Vivere Vegan, è insegnante e attivista per i diritti degli animali. Si occupa principalmente di comunicazione e cultura animalista: letteratura, cinema e storie dal mondo degli animali.

La missione di Sea Shepherd é quella di fermare la distruzione dell’habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo intero, al fine di conservare e proteggere l’ecosistema e le differenti specie. Pratica la tattica dell’azione diretta per investigare, documentare e agire – quando è necessario. Ha lanciato alcune fondamentali campagne per provare a difendere il mare e le sue creature marine.


VENERDI 23 settembre

ore 11 – Apertura mostra

ore 18 – Cospirazione animale: dall’attivismo antispecista alle intersezioni fra le lotte, con Marco Reggio e Andrea Baffa Scirocco.

Che cosa hanno a che fare la razza, l’abilismo e il binarismo di genere con l’animalità? Esiste un’ecologia non antropocentrica? Gli animali sono davvero soggetti “senza voce” o resistono allo sfruttamento? Ne discutiamo con Andrea Scirocco e Marco Reggio a partire dal libro Cospirazione animale. Tra azione diretta e intersezionalità (Meltemi 2022) e da alcuni episodi di attivismo antispecista.

Marco Reggio è un attivista per la liberazione animale. Ha curato Manifesto queer vegan (con M. Filippi, 2014) di R. Simonsen, Corpi che non contano (con M. Filippi, 2015), Animali in rivolta (con feminoska, 2017) di S. Colling, Smontare la gabbia (con N. Bertuzzi, 2019) e Bestie da soma (con feminoska, 2021) di S. Taylor.

Andrea Baffa Scirocco vive e lavora a Firenze come psicologo e psicoterapeuta. Vegano e convinto assertore del valore politico dell’affermazione “animal liberation – human liberation”

ore 21 – Proiezione del film “The Animal People”, un documentario diretto da Casey Suchan, Denis Hennelly e prodotto da Joaquin Phoenix. Il Documentario sarà introdotto da Assemblea Antispecista.

Trama del documentario: Attraverso un lavoro durato ben 10 anni di lavoro, i registi raccontano la campagna SHAC (Stop Huntingdon Animal Cruelty) il cui obiettivo era far chiudere uno dei maggiori laboratori di sperimentazione animale al mondo, l’Huntingdon Life Sciences, portando HLS al collasso finanziario e divenendo così una delle campagne dal basso più efficaci nel mondo della lotta per i diritti degli animali.

Assemblea Antispecista è un collettivo con struttura orizzontale, non gerarchica, che conduce campagne mirate alla liberazione animale. Fra queste “stop Casteller”, che mira alla liberazione degli orsi in Trentino e alla chiusura di tutti i luoghi di reclusione.


SABATO 24 settembre

ore 11 – Apertura mostra

ore 17 – L’amore per gli animali. Come la relazione con le altre specie ci ha cambiato, con Roberto Marchesini.

Fin dalle prime manifestazioni artistiche del Paleolitico, gli animali sono stati per l’uomo una fonte inesauribile di ispirazione. Dopo millenni trascorsi in loro compagnia il divario che ci separa si è però oggi fatto molto netto ed è amplificato dalla deriva tecnologica e dalla crisi ambientale in atto. Di questo e molto altro Roberto Marchesini scrive nel suo libro “L’amore per gli animali. Come la relazione con le altre specie ci ha cambiato”, Lindau, 28 aprile 2022.

Roberto Marchesini è filosofo, etologo e zooantropologo. Da oltre vent’anni conduce una ricerca interdisciplinare volta a ridefinire il ruolo degli animali nella nostra società. Direttore della Scuola di Interazione Uomo-Animale (Siua) e del Centro Studi Filosofia Postumanista, è autore di oltre un centinaio di pubblicazioni nel campo della bioetica animale, delle scienze cognitive e della filosofia postumanista. Tiene inoltre conferenze in tutto il mondo nelle quali affronta il tema del rapporto uomo-animale (zooantropologia). È  Direttore della rivista Animal Studies. Rivista italiana di zooantropologia (Apeiron).

ore 20 – aperitivo

ore 21 – Proiezione del film “Speck – Un destino cambiato”. Un cortometraggio di Essere Animali, prodotto in collaborazione con Berenice Film, scritto e diretto da Martina Scalini. A seguire Claudio Pomo di Essere Animali ci parlerà della situazione degli allevamenti italiani e dei risultati conseguiti con le loro recenti investigazioni.

Trama del film: L’esperienza in un allevamento intensivo di maiali raccontata attraverso lo sguardo di una telecamera nascosta tra i bottoni di una giacca. Il ragazzo che la indossa è lì per un’indagine sotto copertura, ma l’incontro con gli animali lo porterà a fare una scelta imprevista. 
Trailer del film: QUI

La mission di Essere Animali è porre fine agli allevamenti intensivi e promuovere il passaggio a un sistema alimentare che non preveda il consumo di prodotti animali. Fondamentale è il lavoro investigativo che, attraverso i filmati e la collaborazione con i più importanti media nazionali e internazionali, raggiunge un larghissimo pubblico.


DOMENICA 25 settembre

ore 11 – Apertura mostra

ore 15 – Presentazione del “Kit di empatia animale per le scuole Elementari e Medie” di Progetto Vivere Vegan, con Tiziana Franceschini.

Il “Kit di empatia animale” è un lavoro dedicato agli insegnanti, ai bambini e alle bambine di età compresa tra gli 8 e 12 anni e ai loro genitori. A cura di Tiziana Franceschini, psicologa, è composto da schede didattiche cartacee che consentono agli insegnanti che ne fanno richiesta di svolgere in autonomia circa quattro lezioni in classe sul rapporto con gli animali e sull’intelligenza emotiva.

Tiziana Franceschini Psicologa, psicoterapeuta, scrittrice, insegnante di ginnastica posturale, yoga e mindfulness. Con il metodo “Il corpo in relazione” propone laboratori per la consapevolezza e la coscienza ecologica. Lavora in ambito cinofilo per il sostegno della comunicazione non verbale e del legame di attaccamento con gli animali.

ore 16 – Umani e nonumani: come fare del male e continuare a stare bene, con Annamaria Manzoni

I grandi sconvolgimenti di questi anni, pandemia e guerra, capaci di buttare all’aria molte certezze, non hanno modificato il nostro rapporto con gli altri animali nella direzione che sarebbe stata auspicabile: forti meccanismi sono sempre attivi, capaci di mantenerci nella posizione di predominio assoluto  a cui non vogliamo rinunciare

Annamaria Manzoni, psicologa e psicoterapeuta, si occupa da molti anni della questione animale, inquadrata nei meccanismi psicologici che ne sono alla base. Ha scritto per numerose riviste e pubblicato vari libri: In direzione contraria, Sulla Cattiva strada, Tra cuccioli ci si intende, Il contagio della violenza. E’ da poco uscita la terza edizione di Noi abbiamo un sogno, piccolo libro molto amato dagli animalisti, ora completamente rifatto alla luce delle tante riflessioni di questi anni.

ore 20 – chiusura


Soggiornare a Firenze

Chi volesse, nei giorni dell’evento, soggiornare a Firenze potrà usufruire di uno sconto dal 10 al 20% (in base al numero delle notti) presso Il Borghetto e la Casina facendo riferimento alla mostra “Made for the Animals”.


La mission di Progetto Vivere Vegan è quella di diffondere l’informazione sulla filosofia vegan per gli animali, per le persone umane, per l’ambiente. E di restituire agli animali la libertà di vivere secondo la loro natura e quindi liberi dallo sfruttamento degli umani. L’associazione opera per portare un cambiamento culturale affinché la consapevolezza e le scelte di ognuno di noi possano fare veramente la differenza per gli Animali e per il Pianeta che abitiamo.

Share:

A proposito dell'Autore

Associazione di volontariato attiva dal 2001, che promuove la cultura vegan come condizione necessaria per eliminare la sofferenza degli animali non umani.

I commenti sono chiusi