Hermien, la Mucca che non vuole morire

0

Nessuno, sano nella mente e nello spirito, vuole morire. Anche se la vita ci riserva drammatiche esperienze, salvo eccezioni, tutti vogliamo continuare a vivere. E’ un bisogno istintivo e in caso di pericolo scatta in ogni essere vivente una difesa, preceduta dal campanello di allarme del “provare paura”, per salvarci la vita. Così è per noi umani come per gli animali non umani. E così è stato anche per la Mucca Hermien che, percepito il pericolo (finire al macello), ha attivato le azioni per evitare la morte ed è fuggita.

Questa Mucca, che sta appassionando animalisti e non, si trova ora nei boschi orientali dell’Olanda, ed è ancora libera, perché la sua “cattura” è complicata. Fuggendo, perchè braccata, potrebbe infatti mettere a rischio la vita umana, attraversando per esempio un’autostrada. Così è nata l’idea è di aspettare la bella stagione, quando la presenza delle mandrie nei prati, potrebbe tranquillizzarla e attirarla.

Hermien, di tre anni e mezzo, sarà comunque salva grazie ad un appello lanciato da Pieter van Vollenhoven, marito della principessa Margherita, accolto in particolare dalla parlamentare Ester Ouwehand del Partito per gli Animali olandese. E i 50 mila euro raccolti attraverso internet, garantiranno a Hermien un’ospitalità a vita, in Olanda, presso un rifugio che accoglie Animali.

Non è la prima volta che un animale tenta di fuggire dal luogo di reclusione (sempre ingiusta nel loro caso). Sono tante e formidabili le storie raccolte e raccontate da “Resistenza Animale”, alcune dal finale positivo, anche grazie all’impegno di questa organizzazione. Ma, più spesso, i “fuggiaschi” sono nuovamente catturati o uccisi per evitare danni agli umani.

Quello che non possiamo negare, anche a non voler vedere, è che gli Animali capiscono e temono il pericolo, sono esseri senzienti che vogliono vivere e la nostra capacità di empatia ed immedesimazione (quando non è repressa) non può non tenerne conto.

Noi tifiamo per Hermien e per tutti gli Animali reclusi e lottiamo perché per loro non ci siano prigioni e macelli dai quali voler evadere.

Progetto Vivere Vegan
12 febbraio 2018

Condividi.

Lascia una risposta

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Vivere Vegan oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Informativa Estesa o Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Informativa Estesa o Cookies Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi