Caterina

Torna alla pagina degli ANIMALI SALVATI

Caterina è stata salvata il giorno stesso in cui è nata: il 3 di agosto del 2007 (quindi oggi ha un anno e mezzo circa) e da quel giorno vive con me. Anche se abito in un appartamento ho la fortuna di avere un parco condominiale e tutte le mattine e le pause pranzo porto Caterina giù e lei passeggia al mio fianco, distraendosi di tanto in tanto per beccare qua e là.

Il 3 agosto del 2007 mi sono recata presso una di queste oramai tristemente famose “fabbriche di polli” … e sono riuscita a tirare fuori 2 pulcini che stavano per essere gettati VIVI nel tritacarne. I pulcini li ho chiamati GINO e CATERINA. Purtroppo Gino non e’ più con me.

Caterina invece divide con me molti momenti della mia giornata, e’ davvero un’amica preziosa e non esagero nel considerarla cosi. A lei ho dedicato un blog dove raccolgo gli episodi più significativi della nostra convivenza e di seguito ne riporto alcuni.

Una vera amica vale più di un tesoro

Ieri sera ero nello sconforto più totale. Stavo piangendo disperata, avevo bisogno di affetto e di un’amica sincera. Ho preso con me sul divano Caterina e lei si è accovacciata tra la mia spalla e il mio cuore. Io ho appoggiato appena, dolcemente, la testa sulle sue ali e lei, quasi percependo che avevo bisogno di affetto e di qualcuno che mi consolasse (e poi dicono che le galline sono stupide…) ha iniziato a muovermi dolcemente qualche ciocca di capelli con il becco. E’ riuscita a calmarmi l’affanno che avevo.
I suoi teneri gesti d’affetto, mentre piangevo, e le sue candide piume bianche che vedevo mentre ero appoggiata a lei mi hanno lentamente tranquillizzata. La mia Caterina è un Angelo a tutti gli effetti!!

I polli hanno davvero “un’anima”

Se non fosse vero, perché Caterina inizierebbe a brontolare sempre più forte quando non le prestiamo attenzione? Perché ti guarderebbe con due occhi così dolci quando vuole le coccole e invece a volte ha un’espressione così spaventata, es. quando vede “cose strane“, come due uomini a cavallo oppure un giardiniere con la sega? Delle due l’una: o la mia “tesuruna” è davvero più umana di quanto non lo si possa immaginare, oppure anche le galline e i polli hanno davvero un’anima…

Quanta tenerezza, quest’oggi…

Questa mattina, come di consueto, porto giù nel parco la mia piccola Caterina per la sua passeggiatina mattutina. D’un tratto, non so cosa sia successo, né cosa abbia visto, ha iniziato a spaventarsi a morte. Poverina, piangeva!!! Sono corsa da lei. L’ho presa in braccio e ho provato a calmarla, esattamente come si fa con i bambini. Le ho sussurrato dolcemente: “Su su, tranquilla, c’è la tua mamma qui con Te“. Per un po’ ha continuato ancora a piangere, perchè si vede che lo spavento era stato davvero grande. Poi lentamente, tra le mie braccia, si è calmata. L’ho portata su in casa e le ho dato il panino che a lei piace così tanto e le sono stata vicina finché ho potuto. Poi, vista l’ora che si era fatta, ho dovuto lasciarla sola. Ma non appena sull’autobus ho chiamato mia nonna. Le ho chiesto se era già sveglia e se non le scocciava fare una passeggiatina mattutina per andare a vedere la piccola perchè l’avevo lasciata ancora spaventata. La mia nonnina è troppo un tesoro!! Sorridendo mi ha risposto che ci sarebbe andata subito e che, d’altronde, una passeggiatina non poteva che essere salutare anche per lei! La mia Caterina e la mia nonnina sono le due creature (stavo per dire: persone!!) più importanti x me.

Polli intelligenti

Questa mattina la mia piccola si è lasciata medicare.. aveva capito che aveva bisogno di aiuto e anche se il disinfettante le bruciava si è lasciata medicare le ferite. Anzi, aspettava che la pulissi e se saltavo alcune parti che le facevano male con il beccuccio me le indicava, aspettava quindi con quel suo musetto che la medicassi e poi si asciugava con il becco.. che cucciola… Poi dicono che le galline non sono intelligenti!

Ricordi

Ricordo quella volta che Caterina mi ha asciugato le lacrime, dopo una cosa bruttissima che mi era successa, così come ricordo con tanto affetto quelle volte che accendo la luce di prima mattina e, senza farlo apposta, la sveglio di soprassalto: lei si alza subito in piedi, ma ha ancora tanto sonno e richiude gli occhi, rimanendo per un po’ a dormire in piedi… quanto è cucciola!!

Ricordo anche che ogni volta che apro il frigo Caterina mi corre davanti e guarda dappertutto dentro, così come fanno gli umani, e quando trova qualcosa che le piace lo becca e poi mi guarda come per dirmi: “me lo daresti per favore? È questo qui che voglio..“; oppure quando rientro dopo aver fatto la spesa: Caterina mi corre subito incontro e le piace curiosare tra i sacchetti della spesa, e li becca quando li trova chiusi per cercare di aprirli!! Anche il figlio del mio datore di lavoro, che è piccolino, fa come lei. Quando suo padre fa la spesa lo chiama e lui mette quasi la testa dentro tanto è curioso! E ricordo la prima volta che Caterina ha scoperto il piumone del mio fidanzato, su in montagna. Non aveva mai provato nulla di più morbido! Mamma quanto le è piaciuto!

E quando prova ad intrufolarsi nella camera per salire sul piumone e io le faccio segno di “no“, lei mi piange dietro! Che tenerezza che mi fa ogni volta.

simo76sb@libero.it

 
Nelle foto: Caterina con Simo, in casa e fuori

Torna alla pagina degli ANIMALI SALVATI

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Vivere Vegan oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Informativa Estesa o Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Informativa Estesa o Cookies Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi